Uniting Europe

Quante volte nella nostra vita ci siamo chiesti: “Che cosa ho fatto per meritarmi tutto questo?” “Perché mi capitano tutti questi problemi?” Chiunque, al giorno d’oggi, potrebbe perdere il lavoro, essere colpito da una grave malattia o subire la perdita di un persona cara e iniziare così a chiedersi come arrivare ad avere le risposte a queste domande così profonde.
A volte, dopo aver dato tutto, ogni cosa risulta sbagliata e non ci è chiaro il perché. Quindi, qual è la connessione tra le nostre azioni ed i risultati che sperimentiamo nella vita?
Viviamo in un mondo paradossale nel quale un criminale si può permettere di fare la bella vita mentre un semplice lavoratore che si guadagna il pane con il sudore della fronte va incontro a enormi sofferenze. E ci troviamo così a chiederci come mai la vita può essere così ingiusta.
Tutti noi esistiamo in una vasta e intricata rete di connessioni e la nostra incapacità di comprendere tali contraddizioni della vita deriva dal fatto che non riusciamo a percepire l’intera estensione della nostra interdipendenza. Così non percepiamo qual è la reazione a catena su vasta scala della nostra influenza nel mondo, né distinguiamo le risposte alle nostre azioni in modo chiaro e diretto.
Tuttavia, ogni sfumatura del nostro comportamento e pensiero, sia conscio che inconscio, influenza il sistema della natura in cui viviamo e attiva una risposta. Noi siamo semplicemente incapaci di collegare i punti e capire esattamente perché le cose accadono in un certo modo.

In che modo le tue azioni passate influenzano il tuo futuro
Sebbene sia comune indagare nelle azioni compiute in passato quando incontriamo esperienze negative nel corso della nostra vita, provare a collegare i punti in questo modo è un approccio troppo semplicistico ed improprio, che non tiene conto di molte variabili.
Le difficoltà servono a risvegliare domande profonde sulla loro causa ed il loro scopo per farci desiderare di guardare al di fuori della nostra ristretta visione individualistica del mondo e cercare di scoprire il vero stato integrale in cui esistiamo. Più soffriamo, più diventiamo pronti a conformarci al sistema interdipendente e interconnesso della natura in cui viviamo. Quando inizieremo a scoprire la vastità di questo sistema, vedremo che tipo di influenza abbiamo sulla realtà e quali azioni possono essere considerate buone o cattive.
Oggi valutiamo le nostre vite secondo una percezione molto limitata e lineare. Fino a quando non svilupperemo una nuova percezione e sensazione della natura integrale, continueremo a camminare in tondo, accumulando sempre più dolore. In un certo senso, siamo come quei bambini che mangiano solo dolci perché a loro sembra più piacevole, non comprendendo il danno che stanno causando al loro corpo e del quale prima o poi dovranno rendere conto.

Come affrontare le situazioni difficili
Quindi cosa dobbiamo fare quando ci troviamo a fare i conti con le varie forme di sofferenza? In primo luogo non dobbiamo incolpare o distruggere noi stessi, né dovremmo scavare nel passato per vedere cosa abbiamo fatto di male noi o qualcun altro per provocare tale sofferenza. Invece, dobbiamo accettare l’inevitabilità della situazione e usare la domanda sulla causa della sofferenza che questo suscita in noi, per aumentare la nostra connessione con l’ambiente circostante. Affinché ciò accada, dobbiamo vivere all’interno di una società che offra supporto, formata da persone che vogliono progredire per arrivare ad una comprensione superiore della loro vita. Come spiega la saggezza della Kabbalah, trovare un gruppo di persone che pensano allo stesso modo e iniziare a unirsi a loro è l’unico modo per influenzare positivamente il mondo.
Sotto questa nuova percezione vedremo come la nostra crescente unificazione ci porta ad incrementare l’equilibrio e l’armonia con la natura, aumentando la nostra felicità, fiducia e benessere. In altre parole, la causa di qualsiasi problema nella vita è la nostra percezione incompleta che non ci permette di vedere come siamo indipendentemente connessi l’uno con l’altro.
Nella percezione aumentata della realtà, che corrisponde alla connessione della natura, percepiremo ogni situazione come buona, poiché vedremo qualsiasi cosa che ci succede in ogni momento come un mezzo per elevarci al di sopra della situazione attuale e rivelare la forza d’amore, dazione e connessione che agisce in ogni parte della natura. Tutti gli eventi della nostra vita e tutta la storia dell’umanità ci stanno portando verso la realizzazione di questo nobile obiettivo.

Author :
Print

Leave a Reply