Uniting Europe

La morte di George Floyd e le dimostrazioni di protesta potrebbero avere fatto balenare alcune idee per mitigare la violenza e il razzismo della polizia. Tra queste idee non può comparire lo scioglimento completo del corpo di polizia. Come si può mantenere l’ordine e far applicare la legge senza polizia? Chi proteggerà i commercianti onesti dai saccheggiatori tipo quelli visti nelle ultime due settimane?

Secondo il dizionario Webster, la polizia è il “corpo dello Stato addetto a mantenere l’ordine pubblico, la sicurezza, la salute, il rispetto della legge esercitando potere esecutivo, giudiziario e legislativo”. La polizia inoltre ha l’incarico di prevenire, punire e perseguire crimini o atti contro la cosa pubblica. Senza la polizia ci troveremmo nell’anarchia e chi di noi aspira ad una società del genere?

Eppure, dismettere la polizia è esattamente ciò che ha deciso il Consiglio comunale di Minneapolis. Questa decisione risulta capricciosa, irresponsabile e contraria al buon senso, soprattutto in seguito agli scontri legati all’assurda morte di Floyd. Se ciò dovesse accadere non ci sarebbero più giustizia né pace ma solo spargimenti di sangue e anarchia. Sarebbe l’inferno in Terra.
Negli Stati Uniti ci sono molti problemi con la polizia, che riflettono però una società piena di odio le cui fondamenta si stanno sgretolando. La violenza gratuita non caratterizza solo la polizia; gli Stati Uniti sono il paese civilizzato più armato e violento al mondo, molto più di qualsiasi regime arretrato si possa immaginare.

Se vogliamo cambiare le cose dobbiamo partire dalle radici, dalle persone, dai civili, dai cittadini. Senza accusare gli altri, senza pensare di aver ragione, con sincerità e coraggio, le persone dovrebbero guardare ai valori e ai sentimenti che hanno contribuito ad introdurre nella la società.

Indubbiamente siamo tutti concentrati su noi stessi e guardiamo solo ai nostri interessi. Oggigiorno però, il nostro interesse personale richiede di fare in modo che ognuno riceva la giusta parte. Non possiamo permetterci di escludere una parte della società, poiché si ribellerà e porterà alla distruzione della società e di sé stessa. In altre parole la sicurezza di ognuno dipende completamente da quella di tutti gli altri. Oggi, considerare questa premessa è fondamentale poiché le conseguenze sarebbero anarchia, distruzione e morte.

In una società i cui membri si sentono dipendenti uno dall’altro, la polizia potrebbe diventare inutile. Se le persone si interessano agli altri quanto si interessano a sè stesse, non feriranno nessuno e tutti si aiuteranno tra loro. Pertanto, oggi l’obiettivo fondamentale di ogni comunità, città, stato o nazione deve essere quello di apprendere la legge dell’interdipendenza e gradualmente conviverci, e così sviluppare l’amore per gli altri all’interno della comunità.

Questo non si impara solo in un corso, ma è un apprendimento continuo che accompagna ogni persona nella società e si adatta ai cambiamenti. Nella società di oggi troppe poche persone conoscono il sistema di governo che prende decisioni così cruciali per le nostre vite. Persone educate si comportano in maniera educata. L’apprendimento deve comprendere teoria e pratica. La teoria aiuterà le persone a familiarizzare con istituzioni e regolamenti che permettono a una società moderna di funzionare, come ad esempio una visione più ampia della natura interconnessa della società contemporanea. La pratica consisterà di esercizi per accrescere la sensazione di connessione reciproca tra persone. Ciò trasformerà l’esistenza da una vita di sospetto e tensione ad una vita di apertura e gioia.

A supporto di questa trasformazione, la pratica si focalizza sul costruire la solidarietà nelle comunità, città, stati e paesi; un senso di mutua responsabilità e la fiducia che lavorando insieme per questi obiettivi è possibile trasformare la propria vita.

Mentre la teoria può essere insegnata ai singoli, la pratica implica l’apprendimento di gruppo. Possono essere gruppi fisici o virtuali; il gruppo deve lavorare insieme e sviluppare una propria dinamica. Grazie al processo di superamento degli scontri dell’ego e delle tensioni sociali, le persone imparano i benefici del prendersi cura della società e sapranno cosa fare quando un conflitto diventa troppo acceso per essere mitigato. Quando c’è buona volontà diffusa ci sarà sempre una soluzione.

Solo quando una comunità raggiunge un significativo livello di mutua responsabilità è possibile eliminare la polizia. Invece di imporre la legge, la cura reciproca dei membri della comunità abolirà quasi del tutto i reati, che saranno affrontati solo quando compariranno. Ma fino ad allora, senza polizia, non esiste nessuna pace o giustizia.

Author :
Print

Leave a Reply