Uniting Europe

Chiedete a qualsiasi persona nata nel dopoguerra dov’era quando apprese la notizia che avevano sparato al presidente Kennedy e vi dirà che non si dimenticherà mai di quel momento tragico della storia americana. In molti modi, fu così per l’11 Settembre 2001, quando crollarono le torri gemelle dopo essere state colpite da aerei sequestrati. Ci sono momenti che cambiano la vita per sempre. L’inizio del COVID-19 non è stato improvviso come questi eventi e neanche così drammatico, ma il suo impatto ridurrà d’importanza qualsiasi altro evento nella storia dell’umanità.

Forse al momento non ne siamo consapevoli, ma il coronavirus ha generato la nuova umanità, l’umanità 2.0, se vogliamo. Come ogni parto, è stato doloroso, e il neonato è stato obbligato ad uscire dal suo utero caldo e protetto. Come in tutte le gravidanze, abbiamo sentito sempre più pressioni per emergere nel nuovo mondo con un nuovo stile di vita. Non sapevamo che fosse una nuova umanità perché eravamo al buio, ma le pressioni all’interno dell’umanità precedente stavano diventando insopportabili, e la terra, l’utero in cui eravamo, riusciva a malapena a trattenerci.

Ora siamo usciti, è giunta l’ora di aprire gli occhi e vedere la realtà che ci circonda. Il mondo in cui siamo entrati è molto diverso da quello che conoscevamo. Opera secondo principi opposti da quelli che abbiamo adoperato fino ad ora. Nel nuovo mondo, tutto è connesso. Ce lo ha insegnato il virus. Ci ha insegnato che bisogna indossare una mascherina, non perché si è malati, ma per non contagiare i nostri cari. Ci ha insegnato che soltanto pensando alla salute di tutti, possiamo essere sani, e se non lo facciamo tutti, non guariremo mai dal virus.
Il virus ci ha mostrato l’immagine dolorosa di contadini che versavano il latte e rompevano le uova per terra solo per mantenere il prezzo redditizio, mentre milioni di americani spesso soffrivano la fame. Abbiamo conosciuto il capitalismo e lo abbiamo accettato tutti, ma nell’umanità 2.0 non potrà esserci una cosa del genere.

Le regole del nuovo mondo sono semplici: l’obiettivo più importante in assoluto è la solidarietà. La gente lavora in responsabilità reciproca perché vuole costruire la preoccupazione per gli altri. Invece dell’egocentrismo regnano amicizia e affetto, e le persone traggono piacere dalla loro unione.

Visto che l’unione è il massimo piacere, ogni cosa che non porta ad essa è indesiderata. I lavori essenziali sono quelli che permettono alle persone di socializzare senza interruzioni. Altri mestieri e imprese spariranno per mancanza di richiesta.

Non c’è bisogno di affossare forzatamente le imprese che non riescono a sopravvivere al periodo di transizione. Se alla gente non servono, non c’è motivo di tenerle in vita. Una volta che il processo di “pulizia” sarà completo, il nostro mondo sarà pieno di persone che lavorano felicemente in posti di lavoro apprezzati e valorizzati da tutti, mentre le altre persone passeranno il tempo a socializzare e migliorare la solidarietà e l’unione nella società.

Nel mondo dell’umanità 2.0, le società più assortite saranno quelle più fiorenti nonché i posti più emozionanti dove vivere. La loro unione sarà più gratificante proprio per le diversità tra i membri della società. La gente affluirà in società del genere e apprezzerà la diversità e l’unicità di ogni individuo dato che è questo il modo in cui ognuno può contribuire alla società, nessun altro può farlo.

Non esisterà razzismo, criminalità, solitudine o violenza nell’umanità 2.0. Non necessario porre un freno a nessuno, poiché le persone sentiranno che qualsiasi atto contro un’altra persona contraddice l’obiettivo di unione ed esclude dalla società chi agisce in tal modo, e nessuno vuole essere bandito dalla società.

E’ vero, non ci siamo ancora arrivati. Ma ci arriveremo velocemente. Possiamo opporre resistenza, se vogliamo, ma renderebbe solo più difficile il parto. Naturalmente abbiamo paura, ma guardate il mondo che ci circonda; sta diventando rapidamente un posto dove non vorremmo più vivere. Se uniamo le forze e accogliamo la nuova umanità, avremo una transizione più liscia, più facile.

Se le mie previsioni sembrano irreali, pensate a meno di sei mesi fa e se sembrava possibile che il mondo intero potesse entrare in lockdown per settimane intere, che gli anarchici potessero conquistare sezioni intere delle principali città americane, o che una grande città in America con un alto tasso di criminalità potesse dismettere il suo corpo di polizia. I cambiamenti avvengono, ma possiamo scegliere noi come si svilupperanno.

Author :
Print

Leave a Reply