Uniting Europe

È giusto mettere al mondo altri bambini in questo periodo? Questa è una domanda che sembra più che mai attuale in questi giorni in cui l’incertezza economica, sociale e ambientale fa riflettere due volte le donne sulla maternità. Il numero di nascite negli Stati Uniti ha raggiunto i livelli più bassi mai registrati negli ultimi tre decenni, secondo uno studio ufficiale pubblicato di recente nel 2019. Si prevede che il disagio causato dalla pandemia del coronavirus abbasserà ancora di più queste statistiche da record. Ma al di là dei numeri, la nostra principale preoccupazione dovrebbe essere come migliorare la qualità della vita della popolazione mondiale, la qualità delle nostre relazioni a beneficio della società.

Il tasso di natalità necessario a sostituire una generazione è di 2,1 figli per donna, un livello che non è attualmente raggiunto, secondo un recente rapporto dei Centri statunitensi per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC). Lo studio preliminare ha rilevato che, in media, ci si aspetta che le donne in America abbiano solo 1,71 figli. Lo studio rivela anche che lo scorso anno il numero totale di nascite è sceso a circa 3,7 milioni, quasi l’1% in meno rispetto al 2018.

Il baby boom previsto a seguito del blocco del COVID-19 non si concretizzerà. Al contrario: le richieste sul controllo delle nascite in America sono quasi raddoppiate a causa dell’epidemia causata dal virus. Come risultato dell’impennata della disoccupazione e della pressione economica, gli economisti si aspettano di vedere circa 500.000 nascite in meno in America il prossimo anno.
La società di oggi non nutre il desiderio di avere figli. Con l’evoluzione dell’umanità, le persone sono sempre più riluttanti ad avere figli perché l’ego delle persone cresce, producendo un atteggiamento egocentrico verso tutti gli aspetti della vita. L’ego cresce di giorno in giorno, generazione dopo generazione, e fa sì che le persone si concentrino sempre più sul piacere per se stesse, al punto che oggi molti giovani non vogliono nemmeno sposarsi. Le coppie hanno sviluppato un nuovo approccio alla vita, incentrato sull’auto-realizzazione, e molti si chiedono perché dovrebbero perdere la loro libertà e impegnarsi a soddisfare i bisogni dei figli.

Allo stesso tempo, i progressi della medicina ci hanno dato la sensazione di avere il controllo sulle nascite. Le donne possono ora scegliere se vogliono o meno dei bambini, quando e come, a seconda della loro carriera o delle loro priorità di vita. Sono persino in grado di scegliere il sesso del bambino prima del concepimento.
Dalla coppia ingenua della società del passato con pochissime conoscenze sulla gravidanza e sul parto, ci siamo trasformati in una società dove il parto è ben pianificato e attentamente programmato.

La tendenza globale è caratterizzata da un forte calo dei tassi di natalità in molti Paesi, come confermano svariati studi. Ma questa non è necessariamente una situazione negativa. Ci si può chiedere: “Dato che abbiamo già una popolazione mondiale di 8 miliardi di persone, perché dobbiamo aumentarla? Per quale motivo?

In realtà, una persona ha bisogno di un senso, di uno scopo superiore al mero vivere quotidiano. Che cosa significa la fertilità per una persona? La vita di ogni persona sulla terra ha uno scopo. Ogni essere umano è destinato a correggere la sua natura egoistica. Questo obiettivo può essere raggiunto attraverso il graduale processo di connessione con gli altri, fino alla creazione di una nuova umanità, basata sulla responsabilità reciproca e sull’unità.

Ciò di cui il mondo ha bisogno ora è un cambiamento qualitativo e non quantitativo. Una società in cui ogni persona si eleva al di sopra della sua natura egoistica e mira a migliorare l’ambiente che la circonda non richiede miliardi di persone. Questo rappresenta un cambiamento qualitativo invece che quantitativo.

Ciò di cui dovremmo preoccuparci è come educare i nostri giovani e non pensare al numero di nascite future. Quando educheremo i nostri figli ad amare gli altri, verso lo scopo della vita, per scoprire la corretta connessione tra persone, questo sarà il momento di mettere al mondo il maggior numero possibile di bambini. In un sistema globale e integrale, ogni singolo individuo porta un enorme beneficio allo sviluppo di tutta l’umanità.

[Foto di Ben Mullins su Unsplash]

Author :
Print

Leave a Reply