Uniting Europe

Il miliardario Elon Musk, proprietario della compagnia di auto elettriche Tesla e della Space Exploration Technologies Corporation – SpaceX, ha una visione grandiosa per l’umanità. Lui la chiama: “Marte & Oltre: la strada per rendere l’umanità multi planetaria”. In parole povere Musk vuole colonizzare Marte con gli esseri umani. Purtroppo per lui, questo non funzionerà mai. Non vi è nulla di sbagliato nel Pianeta Terra, a parte le persone che lo abitano. Quindi se portiamo nel nuovo mondo l’elemento dannoso che sta rovinando il mondo attuale, che possibilità avremo di costruire una colonia sostenibile sul nuovo pianeta?

Se vogliamo avere successo nella nostra nuova casa, dovremo assicurarci che tutto quello che portiamo con noi sia utile e benefico. Ciò significa che le persone che ci andranno dovranno disfarsi dei difetti che rendono l’umanità nociva per il Pianeta Terra. Ma se riusciamo a curare i comportamenti dannosi delle persone, in modo che esse diventino utili per l’ambiente invece di dannose, che senso ha portarle su un altro pianeta? L’idea di trasferirci su Marte è dovuta al fatto che abbiamo devastato la Terra, ma se possiamo sistemare l’elemento dannoso nell’uomo, noi smetteremo di rovinarla, il pianeta guarirà e non ci sarà bisogno di andarcene.

Inoltre la Terra è la nostra casa, siamo fatti di essa, ci ha generati, ed i nostri corpi contengono ed hanno bisogno di ogni elemento che esiste qui, anche il più tossico. Questi elementi non esistono su Marte e la sopravvivenza sarebbe una sfida formidabile. In altre parole, non solo porteremmo con noi la causa dei problemi della Terra, noi stessi, ma creeremmo un numero indefinito di nuovi problemi collocandoci in un ambiente che non è stato fatto per creare e nutrire gli umani.

Quando gli astronauti tornano dalle missioni sulla Stazione Spaziale Internazionale dopo alcuni mesi nello spazio, i loro corpi hanno bisogno di molti mesi di supervisione medica per riadattarsi alle condizioni sulla Terra. Gli effetti sui corpi delle persone che viaggeranno verso Marte per mesi, per poi viverci per anni, se non per tutta la vita, non sono prevedibili, ma non saranno buoni.

Comunque la si voglia vedere, a parte un discutibile prestigio dell’imprenditore, il progetto di colonizzare Marte non sembra avere alcun senso. Se Musk vuole creare una società idilliaca in un luogo isolato, sarebbe molto più conveniente, facile, veloce da realizzare e molto meno rischioso, semplicemente comprare una piccola isola remota e popolarla con i partecipanti al suo esperimento. Se avranno successo, lui ne ricaverà un gran prestigio in quanto salvatore dell’umanità, colui che avrà scoperto il segreto per trasformare la natura umana da malvagia ed aggressiva in gentile ed inclusiva. Se fallirà, la gente semplicemente tornerà a casa e tutto andrà bene. Perlomeno Musk verrà rispettato per averci provato.

Infine Musk ha annunciato di recente che pagherà 100 milioni di dollari per la migliore tecnologia di cattura del carbonio. L’esperimento sull’isola remota gli costerebbe molto meno e gli renderebbe molto più dell’aria priva di carbonio. Se esso avesse successo, gli darebbe come risultato una società libera dall’ ego, un Pianeta Terra incontaminato ed un’umanità felice e pacifica. Se me lo chiedete, per me questo è un vero affare!

 

 

 

 

[Il proprietario di SpaceX e Tesla, Elon Musk, scherza dopo essere arrivato sul tappeto rosso per il premio Axel Rose a Berlino, Germania, 1 Dicembre 2020. REUTERS/hannibal Hanschke]

Author :
Print

Leave a Reply