Uniting Europe

Mentre gli Ebrei in tutto il mondo si preparano alla Pasqua, che celebra l’esodo degli antichi Israeliti dalla schiavitù in Egitto, sembra che il mondo intero stia vivendo in qualche modo un “Egitto globale”. Se il Covid non ci ha esattamente schiavizzato, certamente ci ha limitato. Ma, cosa più importante, la strada per scappare dal Covid è la stessa attraverso cui gli Ebrei scapparono dall’Egitto.

Dopo che Giuseppe, che fu sia leader degli Ebrei sia viceré del Faraone, morì in Egitto, lo stato degli Ebrei continuò a deteriorarsi.
Essi si dispersero e si disintegrarono e si vollero mischiare con gli Egiziani.
“Lasciateci essere come gli Egiziani” dissero (Midrash, Rabbah, Shemot). A loro volta, gli Egiziani che fino allora erano stati molto appassionati nei confronti degli Ebrei, divennero sempre più ostili nei loro confronti. La Midrash continua così : ” A causa [della loro dispersione], il Signore trasformò l’amore che provavano gli Egiziani in odio.”

Alla fine, gli Israeliti si ritrovarono separati, odiati e maltrattati da quelli che un tempo erano ospiti amichevoli. E rimasero così fino a quando Mosè, che era sia ebreo che principe d’Egitto, e crebbe come nipote adottivo del Faraone, tornò alle sue radici ebraiche e iniziò a combattere per il suo popolo. La sua lotta fu dura. Dovette combattere non solo contro il Faraone ma anche contro il suo stesso popolo che non voleva unirsi sotto la sua guida.

Ma una volta che furono d’accordo nell’iniziare a lavorare sulla loro unità, furono liberati dall’Egitto, fuggirono nel deserto e alla fine rafforzarono talmente tanto il loro legame che raggiunsero un livello di unione senza precedenti che li rese “un solo uomo con un solo cuore”, come riporta il grande commentario dell’XI secolo RASHI.

Oggi, l’umanità si trova in una situazione simile.
La storia dell’Egitto dovrebbe servire da allegoria per noi. Se l’umanità sceglierà lo stesso strumento che scelsero gli Ebrei, di fatto l’unione, anche noi potremo liberarci dalle catene del Covid e sicuramente da tutte le avversità che ci sono piovute addosso nel secolo scorso e che saremo destinati a subire se non scegliamo l’unità.

Mentre il nostro mondo è diventato sempre più interconnesso, i nostri cuori sono diventati più e più disconnessi uno dall’altro.
Alienazione e narcisismo ci stanno allontanando e inquinano le nostre relazioni più di quanto non facciano i combustibili fossili nei confronti del pianeta.
Il nostro egocentrismo è diventato così nocivo e antisociale che è divenuto necessario separarci completamente l’uno dall’altro. Questo è accaduto quando il Covid ha fatto il suo ingresso nel nostro mondo, obbligando ad una chiusura globale tutta l’umanità ma principalmente le parti del mondo più sviluppate ed egocentriche, vale a dire gli Stati Uniti, l’Europa occidentale e la Cina.

Avremmo dovuto usare questo tempo di sospensione dall’eccessivo consumismo, sfruttamento e maltrattamento reciproco, per portare i nostri cuori vicini allo stesso modo in cui fecero gli Israeliti in Egitto, una volta che furono prostrati dalla loro disintegrazione sociale. Ma noi non l’abbiamo fatto. Al contrario, abbiamo aspettato che si approntassero i vaccini bramando il momento in cui potremo riprendere la nostra tossica vita. Adesso abbiamo i vaccini, ma non potremo tornare ai giorni pre-Covid. Dal momento che non abbiamo lavorato per portare i nostri cuori vicino, essi si sono allontanati ancora di più. Quando tenteremo di riprendere la nostra vita precedente scopriremo che non ci piace più.

In assenza di piacere nella vita, la depressione della gente aumenterà e l’estremismo fiorirà in una miriade di modi. L’umanità rivelerà la parte peggiore della natura umana finché dirà: “Basta!” e deciderà di cancellare la distanza interiore tra ciascuno di noi e di costruire un’umanità unita.

Proprio come il consenso degli antichi Israeliti a lavorare sulla loro unità fu sufficiente per liberarli dall’Egitto, il consenso dell’umanità a lavorare sull’unità con tutte le genti basterà per liberarci dal Covid e da ogni avversità che ci sta affliggendo al momento. Fintanto che rimarremo sul sentiero dell’unità e continueremo a migliorare in questo, ci rafforzeremo sempre più. Se ripristiniamo la precedente alienazione, le piaghe ritorneranno.

Per la prima volta nella storia, abbiamo un chiaro piano di lavoro, una via d’uscita dalla miseria per tutta l’umanità. Cercate di connettervi e ci riuscirete. Abbandonate la connessione e soffrirete. Questo è ciò che scopriremo se solo iniziamo a lavorare per cancellare la distanza nei nostri cuori.

Author :
Print

Leave a Reply