Uniting Europe

Il trend minimalista sta trasformando la società globale. Sempre più persone decidono di staccarsi dalle cose materiali o evitano di acquistarne in eccesso, per sfuggire allo stress della vita occidentale e per vivere con uno stile più rilassato con le cose che ritengono realmente indispensabili. Da dove proviene tutto ciò? Ed è questo il segreto della felicità?

La semplicità è la tendenza che si applica praticamente a qualsiasi area della nostra esistenza e sta diventando sempre più attraente. Nonostante ciò che possiamo pensare, questo fenomeno non è nuovo, esisteva già nelle culture antiche. Ci furono tempi in cui la gente sceglieva di vivere in modo modesto, anche se potevano permettersi molto di più. La tendenza al minimalismo deriva dal fatto che tutto ciò che acquistiamo ci controllata. Come dicevano i nostri saggi molto tempo fa: “più possiedi, più ti preoccupi”.

Per esempio quando le persone acquistano beni di lusso hanno la sensazione di espandere il loro controllo ma diventano schiavi delle loro proprietà. Allo stesso modo le persone diventano dipendenti dalle loro nuove auto, telefonini, vestiti, marche prestigiose, simboli di uno status. Intrappolati dal Black Friday, dal Cyber Monday, dalla fine della stagione, dal compri uno prendi due, in breve, diventano schiavi del consumismo.

Tuttavia, ad un certo punto si stancano di percepirsi pieni e ricchi: “Basta così! Uno stupendo appartamento in una torre rivestita di marmo e dal design opulento? Vivere nella natura è molto più eccitante. Una felpa per cambiarsi è sufficiente quando non c’è la lavatrice. La libertà dallo stress è la più grande risorsa del mondo!”.
Veramente? E’ sufficiente che ci liberiamo dei nostri beni e delle proprietà per essere felici a lungo termine? La risposta è no. Perchè? Perchè in tutto questo non c’è ancora lo sviluppo qualitativo per il quale l’uomo è stato creato. Accumulare beni ed oggetti o liberarsene per comodità personale è, in entrambi i casi, una manifestazione del pensiero egoista: Cosa sarà meglio e più comodo per me? E finchè la direzione del pensiero è su me stesso, qualsiasi cosa faccia non mi farà sentire la pienezza che si può raggiungere nella vita.

Solo un cambiamento sostanziale nella direzione dei nostri pensieri, da un pensiero naturale per il proprio bene a un pensiero per il bene degli altri, può essere considerato un nuovo sviluppo nella nostra evoluzione come esseri umani.
Un tale cambiamento risulterà da un’analisi profonda: Per cosa vale la pena vivere? C’è qualcosa che può essere acquisito durante questa vita, che rimarrà per sempre con me? Allora chiaramente la risposta soddisfacente non potrà essere una proprietà materiale ma qualcosa di più significativo e duraturo.
Quando investiamo negli altri, in noi si sviluppa una speciale sensibilità. Gradualmente raggiungiamo uno stato in cui vogliamo veramente dare al prossimo. Scopriamo che l’amore e il corretto comportamento che riserviamo agli altri ci riempie di soddisfazione più di qualsiasi altra cosa. E’ una conquista che non se ne andrà e che nessuno può toglierci.
Nella nostra evoluzione come specie umana, abbiamo raggiunto uno stato in cui dobbiamo essere interconnessi in modo reciproco. Attualmente viviamo in dissonanza con il mondo connesso che abbiamo creato, pensiamo solo a noi stessi e questo è totalmente insostenibile.
La nostra sicurezza futura dipende dalla costruzione di una nuova società in cui le persone si tratteranno bene tra loro e avranno cura dell’ambiente, una società in cui non si mancherà di rispetto a nessuno, in cui si penserà insieme a come fornire a ciascuno ciò di cui ha bisogno per vivere bene, senza produrre all’infinito cose inutili, che inquinano l’ambiente e distruggono la nostra casa comune, il pianeta e noi compresi.

Il metodo per ottenere piacere per una persona in futuro sarà aggiornato. Ora ci sforziamo di accumulare sempre più cose per sentirci soddisfatti, per essere al di sopra di tutti gli altri, in modo che ci invidino, ma questo ci mette anche sotto costante pressione per la paura che in qualsiasi momento qualcuno ci superi. Quando ci renderemo conto che questa è una ricerca inutile, impareremo a provare piacere nel fare del bene a coloro che ci circondano e questo eleverà sia noi che loro; creerà un’atmosfera piacevole e soddisfacente.
Pertanto, l’appagamento duraturo non è legato alla quantità di oggetti o beni in nostro possesso. Non avremo più bisogno di acquistare oggetti materiali per trovare piacere o per rendere felice qualcuno. Vedremo che il dono più grande che si possa fare o ricevere, è prima di tutto il calore, il sorriso e la preoccupazione genuina e sincera.
Una vita significativa dipende dal proprio atteggiamento, non dalle cose materiali. Quindi, se sviluppiamo buone relazioni reciproche, saremo tutti pieni di gioia e a nessuno mancherà nulla. Scopriremo che il segreto della vita sta veramente nei legami umani corretti e l’appagamento che si può ottenere attraverso di essi è illimitato.

Author :
Print

Leave a Reply