Uniting Europe

Archives for Italian

Henriette Reker, sindaco di Colonia, questa settimana è stata criticata aspramente per aver consigliato alle donne tedesche di “tenersi a distanza di sicurezza”, in seguito alle aggressioni sessuali coordinate di massa avvenute a Capodanno durante le quali, secondo The Guardian “Decine di donne dicono di essere state aggredite sessualmente e di essere state infastidite da… » read more

Posted by michaellaitman

La guerra dei Maccabei dei nostri tempi sta accadendo ora. Si tratta di una guerra per i valori che domineranno il nostro mondo. Soltanto la connessione tra noi, come “Un solo uomo con un solo cuore”, potrà spegnere il fuoco nero del fondamentalismo islamico che minaccia di colpire il mondo. Esso raggiunge nei media mondiali… » read more

Posted by michaellaitman

Il terrore islamico nasce da una forza malvagia sfrenata che colpisce anche ragazze di 14-16 anni, avvelenando le loro menti e facendo sì che lascino le loro case brandendo delle forbici in cerca di una vittima. Questo è il momento di unirci e indirizzare verso il mondo quella forza positiva che può fermare il terrorismo.… » read more

Posted by michaellaitman

La situazione della sicurezza sta influenzando ogni aspetto della nostra vita. Quando la follia generale viene alimentata quotidianamente da immagini di accoltellamenti e, nello stesso tempo, l’Europa inizia a contrassegnare i prodotti israeliani, c’è da meravigliarsi se stiamo diventando insensibili? In quale altro modo possiamo affrontare una tale realtà? Il mondo dipende da Israele L’odio… » read more

Posted by michaellaitman

Ogni volta che in Israele scoppia il conflitto israelo-palestinese, tutti offrono consigli, se non un intervento attivo. In realtà, anche in tempi più tranquilli tutti sembrano occuparsi del conflitto in Medio Oriente. Solo negli ultimi anni, sono state uccise centinaia di migliaia di persone nei paesi vicini, milioni di persone sono state sfollate e intere… » read more

Posted by michaellaitman

“Nessun uomo è un’isola, intero in se stesso; ogni uomo è un pezzo del Continente, una parte della Terra. E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana; essa suona per te”. Il poeta John Donne è riuscito a catturare in una frase l’inclusività della realtà e del ruolo che dobbiamo obbligatoriamente… » read more

Posted by michaellaitman

Il tessuto sociale degli Stati Uniti sta attraversando una dura prova il cui esito è ancora sconosciuto per tutti. Se si guarda alla storia delle agitazioni negli Stati Uniti, è chiaro che la tendenza è in aumento. In passato le dispute non sono certamente mancate. Gli anni 60 e 70 sono stati densi di disobbedienza… » read more

Posted by michaellaitman

Il popolo tedesco ha avuto una lunga storia nel trattare il suo passato nazista. Günter Wilhelm Grass, scrittore, poeta e drammaturgo tedesco, vincitore nel 1999 del premio Nobel per la Letteratura è scomparso il 13 aprile. Lui incarna più di ogni altro tedesco l’atteggiamento ambiguo della Germania nei confronti del suo passato. Grass deprecava apertamente… » read more

Posted by michaellaitman

Nelle ultime settimane c’è stato un lungo dibattito. L’oggetto della discussione è stato se il vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden disse realmente oppure no alla defunta Golda Meir, primo ministro di Israele, che l’unico posto sicuro per gli ebrei è Israele. Il Jerusalem Post ha riportato che egli disse: “Gente, non c’è altro… » read more

Posted by michaellaitman

  L’Olocausto ha spazzato via gran parte della mia famiglia. Crescere sulla scia di una simile catastrofe ha influenzato la mia vita in modo molto profondo. Dopo anni passati a trovare delle risposte, mi sono reso conto che non possiamo accontentarci di ricordare a noi stessi e al mondo ciò che è accaduto; dovremmo anche… » read more

Posted by michaellaitman